Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘pezzotta’

Roma, 14 apr. (Apcom) – Se venissero confermati i risultati delle ultime proiezioni in Italia “governerà la Lega”. Ne è convinto Savino Pezzotta, presidente della Rosa per l’Italia e candidato con l’Unione di centro di Pier Ferdinando Casini alla Camera. “Questo – ha aggiunto Pezzotta – è un dato su cui bisognerà riflettere, perch‚ la Lega è un partito che dalle mie parti ha tirato fuori degli slogan che non so quanto siano legati ad un modello di Paese civile”.

Quanto al risultato dell’Udc, secondo Pezzotta, “non è andata male: veniamo da una situazione delicata e abbiamo avuto una campagna elettorale da costruire ex novo”. Nonostante ció, ha rilevato Pezzotta, “siamo riusciti ad essere il quarto partito di questo Paese”.

“Al Senato – ha concluso l’ex segretario della Cisl – ci aspettavamo di piú, ma abbiamo avuto contro il mondo: dal voto utile al voto disgiunto. Hanno cercato di eliminarci ma questo risultati ci consente, dopo il voto di avviare la costituente del nuovo partito”.

Read Full Post »

Nuovo numero della Voce Ufficiale della Rivoluzione Giovanile. Nel numero 007 del Daily Revolution gli appuntamenti per incontrare Pier Ferdinando Casini, Rocco Buttiglione e Savino Pezzotta.

0404081.jpg

Leggi e scarica il Daily Revolution su

http://dailyrevolution.wordpress.com/

Read Full Post »

Domenica 6 aprile, il presidente dell’UDC, Rocco Buttiglione, sarà in Veneto per una serie di appuntamenti.  Alle ore 11.30 sarà a Montebelluna per un incontro nella piazza centrale.Poi, alle ore 13.00, a San Vendemiano interverrà ad un incontro, presso l’Hotel Prealpi in Via Venezia 3 e, alle ore 15.30, a Conegliano prenderà parte alla manifestazione “Città in fiore” e visiterà il gazebo dell’UDC. Quindi, alle ore 18.00, a Treviso – località Canizzano, parteciperà alla festa organizzata nella Piazza principale.
Ed infine, sarà a Salgareda, alle ore 20.00, per un altro incontro, presso l’Hotel Ristorante Ronchetto, in Via Argine Piave, 51.

Read Full Post »

Prossima tappa degli incontri tra UDC e mondo cattolico sarà ancora il Friuli Venezia Giulia.“L’impegno civico del cristiano per il bene comune” è il tema sul quale si discuterà a Gorizia, domani 4 aprile, alle ore 16.00, presso il Centro Studi in Via Morelli, 8. L’evento rientra in un ciclo di convegni organizzati, su incarico del Partito ed in tutta Italia, dal sen. Luca Marconi, responsabile nazionale UDC per il Mondo Cattolico e le Realtà Ecclesiali.

Ribadendo la chiara apertura ai temi etici ed alla dottrina sociale cristiana come fondamento del suo programma politico, l’UDC vuole favorire, attraverso queste tavole rotonde, un dialogo laico, rispettoso ed autonomo con il mondo cattolico. Insieme a Luca Marconi, all’evento sarà presente Leonardo Zappalà, segretario provinciale UDC Gorizia.

Read Full Post »

AGI) – Roma, 21 mar. – Se per il risultato delle elezioni bosognera’ attendere ancora un po’, almeno per il ruolo di politico piu’ sexy della campagna elettorale 2008 un vincitore assoluto c’e’ gia’, ed e’ Pier Ferdinando Casini. A decretarlo e’ uno studio condotto dall’Associazione Donne e Qualita’ della Vita su un panel di 560 studentesse universitarie degli atenei la Sapienza di Roma, la Statale di Milano, il Politecnico di Torino, la Federico II di Napoli, l’Universita’ di Bologna, la Statale di Palermo. Casini e’ campione di sex appeal per il 39% delle intervistate. Medaglia d’argento l’azzurro Silvio Berlusconi (25% delle preferenze). Terzo posto per l’outsider Alfonso Pecoraro Scanio (20%). Seguono, piazzati, Gianfranco Fini, Francesco Rutelli, Piero Marrazzo e Walter Veltroni.
Chiude la classifica l’austero Fausto Bertinotti, scelto solo dal 5% delle studentesse. Gli occhi scuri, intensi, e le sopracciglia folte sono le parti del corpo dell’ex presidente della Camera dei Deputati preferite dalle studentesse, che giudicano a ‘fermo e diretto’ lo sguardo ‘da conquistatore’ del leader UDC. Sul secondo gradino del podio l’evergreen Silvio Berlusconi, forte certamente della simpatia che emana: il leader del PDL riscuote il consenso del 25% del panel rosa grazie al “sorriso magnetico” e all’espressione “da furbacchione” cui si perdona “quasi” tutto. Segue a sorpresa Alfonso Pecoraro Scanio (20%). Le labbra carnose del leader dei Verdi pare piacciano molto a tante studentesse italiane. Seguono, in classifica, Gianfranco Fini e Francesco Rutelli, rispettivamente con il 19% e il 13% delle preferenze. Fini e’ indicato come modello di uomo forte e virile, la cui parte del corpo preferita dalle donne pare siano le mani. Rutelli e’ segnalato prevalentemente dalle piu’ giovani, attratte dalla “carnagione olivastra e dalla capigliatura brizzolata”. Il presidente della Regione Lazio, Piero Marrazzo, pare affascinare per unÂà “difetto”, il lieve strabismo di Venere che le studentesse (11%) hanno prontamente notato, mentre il leader del PD Walter Veltroni (9%) colpisce le giovani per il tono della voce rassicurante, quasi “professorale”. Chiude la classifica il presidente della Camera Fausto Bertinotti, che riscuote il 5% dei consensi. I suoi atout? L’eleganza “country” e la ormai mitica ed elitaria “r” moscia. Lo studio prende spunto da ricerche internazionali che dimostrano il forte legame tra aspetto fisico dei candidati e successo politico.
Secondo l’illustre economista Andrei Leigh dell’Australian National University, i politici affascinanti possono ottenere dall’1,5 al 2% di voti in piu’. Ma questa regola pare essere un must tassativo solo per gli uomini. Per le donne candidate la bellezza e’ un boomerang e puo’ essere addirittura un handicap, spiega la nota dell’associazione, poiche’ puo’ assumere una connotazione addirittura negativa per gran parte dell’elettorato. La sessuologa Serenella Salomoni, fondatrice dell’Associazione “Donne e qualita’ della vita”, mette pero’ in guardia: ” In generale, le giovani donne non si lasciano conquistare solo dalla bellezza ma anche dal carisma, come nel caso di Casini. La politica si fa con la testa ed e’ questa la leva su cui puntare. Altrimenti si correrebbe il rischio che il prossimo Presidente del Consiglio potrebbe essere Riccardo Scamarcio!”.

INOLTRE VOGLIAMO SEGNALARVI L’USCITA IN RETE DI UN BLOG CREATO DA UNA GIOVANE STUDENTESSA

http://casiniglamour.wordpress.com/

Read Full Post »

Sul sito ufficiale di Pier www.pierferdinandocasini.it la tematica di oggi è relativa alle pene certe in materia di sicurezza stradale.

’La certezza della pena, secondo me, e’ la grande questione che c’e’ oggi nel Paese. Quindi, no a interpretazioni lassiste delle norme esistenti. Le leggi ci sono, il problema e’ che non vengono applicate affatto’. Cosi’ il candidato dell’Udc, Pier Ferdinando Casini da Verona rilancia l’emergenza sul dilagarsi degli incidenti stradali. Secondo Casini ’da noi c’e’ sempre un grado di tolleranza fisiologica che non ci deve invece essere’.

Commenta la notizia a partecipa alla discussione sul sito di Pier Ferdinando!

http://www.pierferdinandocasini.it/pfc.notizia.do

Read Full Post »

(ANSA) – TORINO, 20 MAR – ‘Siamo qui felici e contenti a dispetto dei giornali che volevano farci litigare’: Michele Vietti, vicesegretario dell’Udc, ha aperto cosi’ oggi a Torino la conferenza stampa di presentazione dell’alleanza elettorale fra Udc e Rosa Bianca. In Piemonte l’intesa siglata da Pierferdinando Casini e Savino Pezzotta ha rischiato di scricchiolare. E il referente della Rosa Bianca piemontese Sergio Gaiotti, oggi al fianco di Vietti, al precedente appuntamento con la stampa era stato vistosamente assente.
Nelle teste di lista si vedono soltanto esponenti dell’Udc, ma la Rosa Bianca ha ottenuto di fare inserire nel programma alcuni punti che ritiene irrinunciabili. ‘Oggi – ha spiegato Vietti – comincia il lavoro comune che proseguira’ dopo le elezioni con la Costituente del Centro. L’Udc ha cambiato nome, diventando Unione di Centro, proprio per simboleggiare il nuovo ruolo di punto di riferimento allargato a tutti i moderati che rifiutano di finire incasellati nel bipolarismo coatto di Pdl e Pd. Noi costituiamo un soggetto omogeneo, dove tutti la pensano allo stesso modo sui grandi temi etici; da loro invece regna l’anarchia. Questo significa che alla prova dei fatti loro si troveranno nell’incapacita’ di governare, mentre per noi la governabilita’ sara’ la naturale conseguenza dell’omogeneita’ delle idee’.
‘Con Vietti – ha sottolineato Gaiotti – non sono mai venuti meno l’amicizia e un rapporto schietto. L’intesa c’era gia’ a livello nazionale ed era solida. In Piemonte abbiamo voluto aggiungere un segnale di specificita’, facendo inserire nel programma alcuni temi legati alla sensibilita’ di cui siamo portatori. Le nostre proposte riguardano soprattutto il mondo del lavoro. Pensiamo alla nascita di un organismo pubblico con esponenti delle forze economiche e sociali e del mondo della scuola che, sul modello di quanto avviene in Svezia, indirizzi gli individui verso i campi piu’ promettenti dal punto di vista dello sbocco lavorativo. Pensiamo anche alla necessita’ di rendere piu’ incisiva la legge 626 sulla sicurezza sui luoghi di lavoro, e alla nascita di laboratori dove su base volontaria i pensionati possano essere ancora utili trasmettendo ai giovani la loro esperienza, per esempio insegnando loro un mestiere’. Le liste che sostengono il candidato premier Casini sono per la Camera del Piemonte 1, nell’ordine: il segretario Udc Pierferdinando Casini, il vice Vietti, il capogruppo in Regione Deodato Scanderebech e il segretario regionale Alberto Goffi. Nel Piemonte 2: Casini, seguito dal presidente Udc Rocco Buttiglione, il parlamentare Teresio Delfino e Scanderebech. Per il Senato la testa di lista e’ composta dal capogruppo a Palazzo Madama Francesco D’Onofrio, seguito dall’imprenditore torinese Franco Defendini, il segretario provinciale a Biella Aldo Smolizza e il presidente piemontese del Movimento per la Vita Walter Boero.

Read Full Post »

Older Posts »