Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘D – VALORI’ Category

Roma, 11 apr. (Apcom) – Nell’ultimo giorno di campagna elettorale Pier Ferdinando Casini svela il suo “sogno”: quello che l’Udc diventi, come era la vecchia Democrazia Cristiana, un partito di governo. E con la cupola di San Pietro alle spalle e un migliaio di persone davanti sembra parlare direttamente al presidente della Repubblica che avrà il compito di designare il futuro premier: “Nel caso in cui n‚ il Pd n‚ il Pdl dovessero vincere ci proponiamo di guidare questo Paese in una fase difficile”.

Ironia della sorte, alla fine della campagna elettorale Casini ci arriva senza voce, proprio come Silvio Berlusconi, l’ex alleato che con il suo aut aut (o dentro o fuori il Popolo della Libertà), oltre un mese fa, è stato la causa della corsa solitaria dell’Udc alle elezioni. A lui e agli ex alleati l’Udc ha riservato un video di sfottó al ritmo della canzone di Mina ‘Parole parole’. E neanche Casini gli ha risparmiato parole dure: “Ha commesso due reati, quello di diffondere sondaggi oltre il limite di legge e quello di diffonderli falsi”. Secondo Berlusconi, infatti, l’Udc non supererà lo sbarramento al Senato e, anzi, è a rischio anche alla Camera. Dati decisamente lontani dal clima che si respira a via dei Due Macelli: la soglia di sbarramento fissata per i seggi di Montecitorio non desta preoccupazione e per Palazzo Madama i centristi contano su un risultato sicuro in Sicilia, Campania e Puglia, sperano di andare oltre l’8% in Veneto, Calabria e Lazio, confidano in chi li vede conquistare seggi anche in Basilicata e Marche.

“Abbiamo fermato Berlusconi e Veltroni che volevano schiacciare il centro. Non ci sono riusciti”, dice orgoglioso Casini con l’ultimo filo di voce. “Speriamo che la voce che scompare sia inversamente proporzionale al flusso di voti che sta andando verso il centro”. E rivolge l’appello ai cittadini del Lazio per dirgli che se grazie a loro l’Udc supererà lo sbarramento dell’8% nella regione “avrà una funzione determinante” e “potrà proporsi alla guida del prossimo governo”.

“Abbiamo un sogno – è l’appello finale del leader Udc – che lunedí sera dalle urne appaia un Paese in cui non prevale l’arroganza ed emerga che chi si è già proposto come vincitore assoluto non lo sia. In questo modo potrà determinarsi qualcosa di nuovo, forse d’antico: che il centro ritorni protagonista”. Insomma Casini incrocia le dita e fa sapere ai “due grandi comitati elettorali” che in caso di pareggio “non staremo in panchina”. Certo la designazione del presidente del Consiglio spetta a Napolitano ma noi, avverte, “lavoreremo per questo Paese fiduciosi

Annunci

Read Full Post »

Un gruppo dei Papaboys con Alessandra Borghese

ROMA – Alessandra Borghese, capolista nel Lazio al Senato, è stata l’unica a prendere la parola, oltre a Casini e ai candidati al Comune e alla Provincia di Roma, Ciocchetti e Dionisi, durante il comizio di chiusura della campagna elettorale : “L’Udc- ha detto la principessa- e’ l’unico partito che si richiama apertamente e senza vergognarsi alla dottrina sociale della Chiesa e che permette a cristiani come me di non subire veti”. La campagna elettorale di Alessandra Borghese è stata centrata su temni altamente etici e rivolti verso il popolo della vita, dei giovani e del sociale: UNA CERTEZZA PER I CATTOLICI CHE NEL SENATO AL LAZIO SI VEDREBBERO CERTAMENTE RAPPRESENTATI! SOSTENIAMO ALESSANDRA CON IL NOSTRO VOTO!

Read Full Post »

Nuovo numero della Voce Ufficiale della Rivoluzione Giovanile. Nel numero 012 del Daily Revolution: “Nella riduzione delle tasse noi partiamo dalle famiglie”.

Leggi e scarica il Daily Revolution su

http://dailyrevolution.wordpress.com/

Read Full Post »

 

Roma, 8 apr. – (Adnkronos) – “Il parto mi ha profondamente emozionato. Mi tremavano le gambe. Appena Francesco e’ nato gli ho fatto il bagnetto insieme alle mie figlie grandi”. Lo afferma Pierferdinando Casini in un’intervista al settimanale “Diva e donna”, in edicola da domani. “Tranne Berlusconi, tutti mi hanno fatto gli auguri -aggiunge il candidato premier- Fini ha mandato dei fiori a mia moglie”.

Riferendosi poi alla moglie, Azzurra Caltagirone, Casini aggiunge: “Azzurra e’ stata bravissima. Tra i nervosismi miei e la tensione di questi giorni alla fine e’ stata lei vicino a me e non il contrario come sarebbe stato giusto. Per fortuna che mancano pochi giorni alle elezioni . Poi me ne staro’ a casa con loro e le mie figlie grandi -conclude- Non vedo l’ora”.

 
 

Read Full Post »

http://www.pierferdinandocasini.it/mailinglist/demo.html

Rispondi alle domande e scopri se anche tu puoi dire: “Io c’entro”

http://www.pierferdinandocasini.it/mailinglist/demo.html

Read Full Post »

 

Roma, 8 apr. (Adnkronos) – “Siamo per ridurre le imposte, ma non bisogna farlo genericamente. Ridurre un punto di Irpef per tutti i redditi come propongono Berlusconi e Veltroni e’ si’ un proposito giusto ma noi riteniamo che determini un grande buco nelle casse dello Stato e poco lievito per i singoli. Vogliamo invece partire dalla famiglia”. Lo ha affermato Pier Ferdinando Casini, ospite di ’Mattinocinque’. “Riteniamo -ha aggiunto- che selettivamente le tasse debbano incominciare a diminuire per la famiglia. Gli italiani fanno pochi figli, e’ una grande questione politica e civile, tra qualche anno nelle nostre scuole andranno solo ragazzi extracomunitari, perche’ noi non avremo italiani da mandare, dobbiamo fare piu’ figli e aiutare anche la madre in diversi momenti della sua vita”.

Read Full Post »

Roma, 7 apr. (Adnkronos) – “Mi piace il Papa e basta. Ma ritengo uno dei piu’ grandi privilegi della mia vita l’aver ricevuto in Parlamento Giovanni Paolo II. Ho un ricordo straordinario di Giovanni Paolo II, della sua umanita’ e di cio’ che ha lasciato a tutti noi”.
Lo ha detto il leader dell’Udc Pier Ferdinando Casini rispondendo ad un partecipante alla video-chat su ‘Corriere.it’ che gli ha domandato quale Pontefice preferisse, tra Benedetto XVI e il predecessore.

Read Full Post »

Older Posts »